Sostienici con un piccolo contributo - IBAN: CH90 0900 0000 8220 8128 6

Giocatrice Attive CP III. Lega e Vice-Presidentessa UHES

 

 

Cara “Vivi”, potresti brevemente presentarti?  (attività , domicilio, interessi, hobby lavoro)
Ciao a tutti! Sempre difficile fare una breve presentazione, ci proverò.
Mi chiamo Vivi, ho 34 anni, sono nata e cresciuta nel Mendrisiotto.
Attualmente abito su una collinetta a Balerna assieme a tre simpatici gatti.
Di formazione sono un’architetta che ha deciso di mettere le proprie conoscenze al servizio di chi sta imparando questa professione. Lavoro quindi in ambito universitario come esperta di materiali della costruzione, aiuto gli studenti nella scelta dei materiali e faccio ricerca sul mercato. Di tanto in tanto insegno anche “disegno” alle scuole superiori.
Il mio hobby: vedere la gente e avere sempre qualcosa che mi occupi il tempo e la mente.
Da qualche annetto l’unihockey è un’attività che pratico costantemente e con passione.

Cosa ti ha avvicinato all’unihockey?
Da un’amicizia. È arrivata quasi per caso la richiesta di provare a praticare questo sport.
Quando hai iniziato a giocare ad Unihockey ? 
Ho cominciato, da totale inesperta, nell’estate del 2015 con la formazione della squadra femminile del Massagno, l’esordio in campionato è avvenuto solo nel settembre del 2016.

Quale è stata la motivazione che ti ha portato ad entrare in comitato UHES?
Sin dal mio ingresso presso la società, in qualità di giocatrice, ho espresso questo desiderio. Considero la società di appartenenza come una famiglia, e voglio contribuire ad essa non solo giocando. Sono piena di risorse e mi piace metterle al servizio della famiglia per rendere il luogo il più accogliente e funzionalepossibile.


Tre aggettivi per descrivere la vostra squadra delle attive campo piccolo?
Affiatata, divertente, estroversa.

Come valuti il movimento femminile dell’Unihockey nella realtà Ticinese?
Purtroppo è una realtà ancora molto debole, sconosciuta e non abbastanza sostenuta dal territorio. Oggi le possibilità per il genere femminile di svolgere un’attività sportiva sono molto ampie. Questo è un punto sicuramente favorevole se pensiamo al passato, ma che ovviamente non permette ad alcune categorie sportive, come l’unihcokey, di svilupparsi con continuità nel tempo.

Quali potrebbero essere le “ricette” per attirare più ragazze in questo magnifico sport?
La ricetta migliore, non ancora realmente rodata, è cercare di far provare più ragazze possibili lo sport dell’unihockey. Credo che solo confrontarsi direttamente con questa disciplina, assieme a delle persone che come me ne hanno fatto il suo principale divertimento/svago, sia il modo migliore per avvicinarsi. Bisogna quindi creare più occasioni possibili affinché questo possa avvenire, puntando anche sul fatto che non è mai troppo tardi per cominciare.

Quale è stata finora la più grande soddisfazione come giocatrice?
Nonostante io non sia una persona ambiziosa rispondo con il mio primo goal in campionato. Se mi è concessa anche una seconda risposta direi la vittoria del campionato nel 2019, è stata una gran soddisfazione, soprattutto di squadra.

Quale è stata invece l’esperienza più difficile?
Dover salutare qualcuno che decide di smettere di praticare l’unihockey.

So che in futuro sei interessata ad iniziare l’esperienza di monitrice, quale è la tua motivazione ad intraprendere questa nuova ed interessante attività?
La motivazione è semplice e caratterizza gran parte della mia vita: mettere a disposizione le mie conoscenze al servizio di chi vuole acquisirle (come detto prima). Nel corso degli anni, nel tempo libero o per lavoro, mi è sempre piaciuto esprimermi in questo modo.

Come vedi la nostra società tra 5 anni ?  Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?
Non sono mai stata una gran premonitrice, mi baso quindi sui fatti odierni. La società è forte, la società è strutturata bene, la società è circondata di persone valide che la sostengono in tutto e per tutto. Con queste basi non posso che essere fiduciosa che tra 5 anni sarà ancora meglio di ora.

Il mio obiettivo è consolidare al meglio la squadra femminile affinché abbia un futuro a lungo termine. Questo obiettivo vorrei espanderlo anche a tutto l’unihockey femminile ticinese.

Sponsor Principali
Co-Sponsor

 

Sponsor Tecnico
 

 

Vedi tutti gli sponsor e sostenitori